La first lady Michelle Obama ha lanciato nel febbraio 2010 «Let’s Move», una campagna contro l’obesità negli Stati Uniti con l’obiettivo di insegnare ai bambini uno stile di vita che includa un’alimentazione più sana e incorpori un maggiore esercizio fisico.

«Muoverei mari e monti per dare ai miei figli la possibilità di primeggiare in ogni modo, e anche nella forma fisica», ha detto Michelle Obama a Usa Today. «Let’s Move opera secondo il principio che ogni famiglia voglia lo stesso per il loro bambino. E troveremo il modo per aiutarle a farlo più facilmente».

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha detto che l’iniziativa della moglie affronta uno «dei problemi sanitaria più urgenti del paese». Alcune delle iniziative, come sgravi fiscali per i negozi di alimentari che si trasferiscono in comunità dove l’accesso al cibi di qualità è carente, avranno bisogno dell’approvazione del Congresso.

In un’intervista con Abc la first lady ha ammesso di «amare gli hamburger e le patatine fritte. E amo anche il gelato e la torta. Come li amano la maggior parte dei bambini». Ed ha aggiunto che la sua iniziativa «non riguarda uno stile di vita che li escluda del tutto. Il problema è come facciamo ad aiutare le persone ad avere un equilibrio in modo che non debbano affrontare malattie pericolose». L’obiettivo, ha detto , è che la gente «mangi la verdura, vada a correre, faccia esercizio e abbia comunque lo spazio per godersi una mangiata senza rimorsi una volta ogni tanto».

L’avvenente Signora Obama avrebbe fatto prima a dire «segua lo stile di vita della Dieta Mediterranea» (ndr)

Michelle Obama e il dramma americano dell’obesità infantile – Guarda il video

 

 

Fonte: La Stampa.it