La Dieta Mediterranea, lo sosteniamo da tempo, è una delle pochissime quanto ghiotte opportunità per le Regioni del Sud Italia, che ne detengono storicamente la paternità, di svoltare pagina.

Sicilia, Calabria, Basilicata, Puglia e Campania sono le terre in cui è stata edificata la cultura occidentale tout court e quella alimentare in particolare.

In un mondo, quello occidentale, che è ai ferri corti con l’agribusiness, che mostra insofferenza acuta contro il male generato dalla cattiva alimentazione degli ultimi decenni, in un sistema economico che premia in ogni dove una corretta alimentazione, sullo stile appunto di quella Mediterranea, le 5 Regioni su menzionate potrebbero ritornare alla storia antica, all’epoca, cioè, in cui il cibo buono veniva pagato come l’oro.

Un plauso quindi personale e di tutta la Redazione de “Ladietamediterranea.eu” alla Regione Campania che ha redatto una proposta di disegno di legge (pubblicata sul bollettino ufficiale della Regione Campania il 4 ottobre scorso, con la sigla DGR 394) dal titolo assai eloquente: “Promozione del modello di sviluppo durevole incentrato sulla Dieta Mediterranea-patrimonio immateriale dell’Umanità”.