Keys fu senza ombra di dubbio uno fra i più grandi uomini di Scienza del secolo scorso.

Egli dimostrò, fra le tante altre cose, che benché siamo tutti appartenenti ad una specie, le differenze culturali, i comportamenti, la dieta, costituiscono fattori di rischio significativi nella distribuzione geografica delle cause principali di decesso.

Le sue semplici ma determinanti osservazioni hanno consentito notevoli progressi per la prevenzione di molte malattie moderne comuni. “Se alcuni paesi sviluppati possono ridurre gli attacchi di cuore, perchè non farlo?” Keys,  i suoi colleghi ed i suoi successori hanno indicato che questi fenomeni totali possono cambiare per il meglio o peggiorare e in limiti di tempo relativamente breve. Quindi Keys, più di qualsiasi altro, ha dimostrato il potenziale per l’eliminazione dell’epidemia della malattia coronarica, dell’ipertensione, dell’infarto e della malattia periferica dell’arteria. Ha indicato non soltanto le cause totali e la prevedibilità totale di molte delle cause principali della morte prematura nel mondo industrializzato, lui ha indicato la strada della “prevenzione primordiale,” cioè prevenzione del rischio elevato in primo luogo nella gioventù e fra i paesi in via di sviluppo non ancora ad elevato rischio. …. Ancel Keys e sua moglie Margaret, per molti anni, sono stati promotori efficaci di un modello salutare ed attraente di consumo. Nei loro vari libri popolari, compreso mangiar bene per stare bene, la via mediterranea al benessere e Il benevolo fagiolo sono stati i primi nel mondo anglofono a descrivere il valore della dieta e del lifestyle mediterraneo, basato sulla loro ricerca scientifica unita all’arte culinaria. Ancel Keys ebbe una mente veloce e brillante, un’energia prodigiosa e una grande perseveranza. Poteva anche essere franco al punto di risultare sgarbato e critico al punto di essere tagliente. Ma con l’audacia dei suoi concetti, il vigore del suo impegno e il rigore dei suoi metodi, così come con il suo esempio personale, ha condotto parecchie generazioni di ricercatori al dare contributi corposi alla sanità pubblica. Ha avuto un effetto importante sul pensare alla professione medica ed alla Comunità scientifica, specialmente come scienza dell’alimentazione e scienza di sperimentazione. Ha avuto un’influenza importante sul pubblico, sulle relative scelte alimentari e modelli di consumo. Medici e scienziati del collega abbiamo imparato da lui che se le malattie comuni sono il risultato dei comportamenti totali c’ è una responsabilità sociale della classe medica a richiamare queste norme igieniche nella pratica e nelle nostre Comunità. Per concludere, ci ha indicato che esiste una responsabilità personale nel modellare il comportamento in modo da fornire un esempio di vita sana ai nostri pazienti. Questa è la grande eredità del più grande scienziato del Minnesota, Ancel Keys.

 

Fonte Henry Blackburn, (Mayo professor emeritus of pubblic health-University of Minnesota)