Un recente studio americano afferma: le donne corrono un rischio minore di avere bambini con malformazioni alla nascita se la loro alimentazione durante la gravidanza e negli anni precedenti è stata ricca di frutta, verdura e cereali integrali.
Le donne che hanno seguito una sana dieta mediterranea durante l’anno prima della gravidanza hanno ridotto fino alla metà le probabilità di avere un bambino con anencefalia, un difetto del tubo neurale che blocca lo sviluppo del cervello e tende a causare aborto spontaneo, rispetto a quelle che avevano seguito diete ricche di carne, grassi e zucchero.
Rispetto a diete ricche di zucchero e grassi, un’alimentazione più sana – comprendente acido folico, ferro e calcio – è stata inoltre associata ad un rischio di un terzo inferiore del labbro leporino, di un quarto più basso di schisi del palato e di un quinto più basso di spina bifida, un difetto del tubo neurale.

“Una dieta di qualità rappresenta un’ottima prevenzione”, dice Suzan L. Carmichael, Ph.D., autore principale dello studio e professore associato di pediatria presso la Scuola di medicina di Stanford, a Palo Alto, California.

Le problematiche prese in esame sono molto rare in generale, si verificano in meno dello 0,1% dei neonati. In particolare, sono diventate meno frequenti dal 1990, quando i funzionari della sanità del governo ha condotto una campagna per aumentare l’assunzione di acido folico nelle donne in gravidanza, attraverso integratori e prodotti nutraceutici.

Carenze di acido folico – la forma sintetica del folato, una vitamina B – sono state collegate a due difetti del tubo neurale e alla labiopalatoschisi.

Le donne in età fertile dovrebbero, oltra ad avere un’alimentazione sana, prendere supplementi di acido folico, dice Gail Harrison, Ph.D., professore di servizi sanitari comunità alla UCLA School of Public Health, a Los Angeles.
“L’acido folico ha fatto la differenza”, dice Harrison, che non era coinvolto nello studio, “nei paesi che ne hanno consigliato l’integrazione”.

Si può dunque affermare che le donne con una alimentazione più sana, supportata dalla giusta integrazione, riducono le probabilità di malformazioni/problematiche alla nascita dei propri figli.

Da Intopic.it
Fonte: Health.com su CNN International