In questo articolo, sottolineeremo il potere dell’alimentazione quotidiana per tutti coloro che praticano sport a livello amatoriale o professionistico.
Ogni volta che mangiamo con gli alimenti introduciamo dei nutrienti: carboidrati (detti anche zuccheri), lipidi (o grassi) e proteine che forniscono l’energia necessaria al mantenimento delle funzioni corporee a riposo e durante l’ attività fisica. Questi macronutrienti svolgono il ruolo di carburante biologico ed inoltre hanno la funzione plastica ossia mantengono l’integrità strutturale del nostro corpo. Con gli alimenti assumiamo anche i micronutrienti, le vitamine ed i sali minerali, che non apportano energia ma agiscono come regolatori altamente specifici e svolgono funzioni “antiossidanti” protettrici della salute delle cellule e quindi del nostro corpo.
La dieta ottimale per l’atleta, è una dieta equilibrata dove il 55-65 % dell’energia introdotta giornalmente dove provenire dai carboidrati, il 10-15 % dalle proteine ed il resto 25-30% dai lipidi (controlla nel riquadro gli alimenti ricchi di questi nutrienti). L’apporto di proteine e di grassi dovrebbe essere ricoperto da alimenti sia di origine animale che vegetale. Anche per chi pratica sport agonistico, valgono le stesse proporzioni.
Molto spesso ci dobbiamo confrontare al divulgare di una pseudo scienza, che parallelamente alla scienza ufficiale, diffonde informazioni poco corrette se non addirittura errate e quindi potenzialmente dannose per la salute.
Ma quale dieta è consigliata per gli atleti?


L’alimentazione dell’atleta deve rifarsi al modello Mediterraneo come per il resto della popolazione attiva, ciò che varia è l’introito energetico maggiore – in relazione all’impegno fisico che lo sport praticato richiede. La dieta Mediterranea, garantisce la copertura ottimale del fabbisogno giornaliero e quindi garantisce all’atleta di mantenere un buono stato nutrizionale.
Nell’atleta è fondamentale il ritmo di assunzione del cibo (pasti e spuntini), ritmo giornaliero che deve essere personalizzato e attentamente calibrato a seconda degli orari degli allenamenti e delle gare in cui è impegnato.

La dieta, da sola può ricoprire in modo ottimale tutti i fabbisogni in energia e nutrienti dell’atleta?

L’alimentazione quotidiana, può fornire tutti i nutrienti necessari per praticare sport e sentirsi in forma. L’alimentazione equilibrata, in quantità e qualità, fornisce un apporto bilanciato e “unico” che non può essere sostituito da “esperimenti fantasiosi a tavola” o da “supplementi ed integratori”.

 

Pubblicato in: Rivista della Scuola Pallavolo Anderlini di Modena. Anno 2009 , N° 58.

 

 

 

mediterranean diet