Molta soddisfazione per l’incontro dedicato alla lotta contro il falso Made in Italy che sta appassionando anche gli esperti di Rete.

La proposta di utilizzare la gestione della conoscenza per combattere il falso made in Italy entra nella sede nazionale della Fondazione Campagna Amica di Roma e ha come portavoce un vero asso nel mondo dell’Intelligenza Connettiva in forze alla Fondazione “Paolo di Tarso”, noto anche per avere anticipato di mesi il superamento di Google, le sue politiche economiche e molto altro, nel corso della penultima della Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali di Roma ove ha partecipato da relatore insieme a Derrick De Kerckhove.

L’Italia sta pagando oggi una sua grande lacuna nel mondo della gestione della Conoscenza maturata negli ultimi 10 anni a causa di una ignoranza dilagante nel mondo della gestione della Conoscenza per mezzo della Rete. Capita ancora – afferma l’esperto – che quando ci si confronta su temi così alti vi siano istituzioni che confondono agenzie che costruiscono siti con analisti ed esperti in gestione della conoscenza che potrebbero con una semplice idea saldare un conto economico di una Nazione. Oggi, questa crisi culturale nella direzione della rete sta manifestando le sue sabbie mobili sotto il cammino dell’economia del settore Alimentare e Turistico Made in Italy, evidenziando i gravissimi danni economici generati dal mercato criminale dell’imitazione che, invece, per imitare il Prodotto Italia, ha fatto ciò che avrebbero dovuto fare coloro i quali, invece, ne hanno diritto. E cioè: occuparsi scrupolosamente delle potenzialità della Rete. Oggi – ha affermato l’esperto – dobbiamo colmare immediatamente questo vuoto strategico per rendere salda l’economia italiana e per blindare il prodotto italiano sul mercato della vendita. E l’unico modo è quello di usare la Rete in modo intelligente e onesto, creando collaborazioni forti, unendo competenze specifiche. Noi utilizziamo l’Intelligenza Connettiva e diamo vita ad un sistema di bandiera ove il falso non entrerà mai”.

 la Fondazione “Paolo di Tarso”  ha dunque dichiarato guerra al falso prodotto  100% ITALIA e ha proposto il suo modello di battaglia alle Istituzioni italiane impegnate nel rispetto di chi produce onestamenteColdiretti e Fondazione Campagna Amica. Si tratta di una guerra da combattere sul fronte dell’Intelligenza Connettiva. Un mondo sconosciuto ai più nel quale si muovono le nuove economie: quelle del “compro e pago subito con transazione immediata”. Una vera manovra che se sposata da Coldiretti e Fondazione Campagna Amica, sarà capace di sottrarre il terreno alle multinazionali che fanno il gioco sporco dell’imitazione.

Il successo è assicurato e intanto la Fondazione ha ceduto i suoi studi a “Simply Med” , il nuovo Brand Etico nel mondo Alimentare che sta attivando un modello di mercato moderno a vantaggio dei prodotti della Dieta Mediterranea, nuovo modello di business del mondo alimentare internazionale.  L’UNESCO ha recentemente riconosciuto alla Dieta Mediterranea di essere patrimonio immateriale dell’Umanità e ciò, se non fermato per tempo, potrebbe devastare l’economia del Bel Paese poichè è l’Italia la Patria della nota Dieta del vivere sano. Intanto, mossa strategica e compiuta per la prima volta nella storia della Rete, la Dieta Mediterranea srl e Simply Med, sposando le teorie della “Paolo di Tarso”, sono riusciti a trasferirla dal mondo accademico e damascato del sapere, alla tavola di tutti coloro i quali amano il vivere sano con Cibo Sano e che, oltre ad ascoltarne la teoria, intendono degustarne i prodotti.

I recenti numeri sul gigantesco business  dell’agroalimentare NON Italiano dimostrano – come ha affermato Coldiretti – che la filiera del falso fattura 60 miliardi all’anno e che ogni giorno vengono sottratti al comparto 164 milioni di Euro e vengono “rubati” trecentomila posti di lavoro ai giovani italiani.

Dunque i sistemi per combattere l’imitazione ci sono e sono stati presentati nella sede di Via Nazionale a Roma ai vertici di Fondazione Campagna Amica e Coldiretti in un tavolo allargato a referenti di ogni ordine e grado delle note Istituzioni alimentari. Gli esperti in “analisi e gestione della conoscenza” della Fondazione “Paolo di Tarso” hanno esposto l’idea che si avvale di processi logici frutto di attente analisi nel mondo dell’Intelligenza Connettiva, al Vice Presidente nazionale di Coldiretti Massimo Gargano e al Direttore Generale della Fondazione Campagna Amica Toni De Amicis. All’incontro hanno partecipato, tra altre figure istituzionali, Lando Giuliani Consulente Marketing di UNAPROLEleonora Cafiero Direttore del Marketplace dedicato ai prodotti della Dieta Mediterranea 100% ITALIA istituito da “Simply Med”, il primo Brand Etico costituito nel mondo alimentare dalla Società Dieta Mediterranea srl che promuove il Cibo Sano 100% ITALIA.

Nel corso della riunione sono state valutate una serie di azioni e nelle prossime ore esse saranno concretizzate da una proposta che la Fondazione “Paolo di Tarso” farà pervenire a Fondazione Campagna Amica. Sono state spiegate tecniche e metodologie atte a blindare il Prodotto 100% ITALIA e che la “Paolo di Tarso” sarebbe pronta ad applicare a tutti i prodotti segnalati da “Campagna Amica”, così come sta già facendo con successo con quelli relativi alla Dieta Mediterranea.

All’incontro ha partecipato Mons. Renzo Giuliano Parroco della Basilica Santa Maria degli Angeli e dei Martiri di Roma consigliere ecclesiastico della Fondazione “Paolo di Tarso” e dei fondatori della Società Dieta Mediterranea srl il cui Marketplace, in sole 48 ore, è stato visitato da oltre 15 nazioni.