a cura di Alessandra Pellegrino

Sono trascorse poche settimane dalla biodomenica (svolta il 6 ottobre), iniziativa nazionale che da circa tredici anni ha portato in diverse piazze italiane i prodotti biologici.

Questo evento segna insieme ad altri fattori, l’attenzione sempre maggiore verso uno stile alimentare biologico. Proprio nel primo semestre del 2013, infatti, si è registrato un aumento dell’8,8% del consumo di alimenti biologici nel nostro paese. Circa il 68% d’italiani ha sostenuto di consumare prodotti biologici almeno una volta al giorno, ciò mostra come nonostante la crisi, i consumatori tengano alla qualità dei loro cibi.

COS’È L’AGRICOLTURA BIOLOGICA?

L’agricoltura biologica fornisce ai propri consumatori prodotti freschi e genuini, rispettando i cicli della natura.Quest’agricoltura non usa pesticidi e additivi chimici, mantenendo l’equilibrio di valori nutrizionali importanti nella nostra alimentazione tra cui: sali minerali, vitamine e proteine. Questo non solo garantisce una maggiore qualità alla nostra dieta alimentare, ma ne trae vantaggio anche la nostra salute, infatti, i prodotti biologici ci proteggono da carenze nutrizionali e offrono un contributo alle nostre difese immunitarie. Oltre a questi aspetti che di sicuro sono molto importanti, bisogna tener presente che gli alimenti di questo genere di agricoltura rispettano la stagionalità dei loro prodotti, proprio per queste ragioni la frutta e la verdura hanno un sapore ben differente da quelli provenienti dalle serre.

L’agricoltura biologica mira a diminuire l’impatto umano sull’ambiente e a portare in tavola prodotti che siano più naturali possibili. Questa scelta, per questi motivi, si lega ad altri importanti valori della nostra società come la protezione dell’ambiente e il benessere degli animali. Tra i valori dell’agricoltura biologica vi è la tutela della biodiversità, secondo questo principio si pensa che ogni essere vivente dal più piccolo al più grande debba essere rispettato, questo non significa solo che si garantisce la crescita di più piante e l’allevamento di animali differenti, ma l’impegno che mira alla tutela di alcune specie in via d’estinzione e originarie di determinate aree. L’agricoltura biologica si lega alla green economy poiché ci offre una prospettiva che garantisce un basso impatto ambientale e rappresenta nuove opportunità per i giovani.

Con quest’agricoltura non sono usati conservanti e coloranti, ma solo additivi d’origine naturale. Non è permesso l’uso di organismi geneticamente modificati (OGM) sia nella produzione di piante che di animali.

L’Italia in questo scenario agricolo è una tra le protagoniste a livello mondiale e in Europa si posiziona al quarto posto dopo Germania, Francia e Regno Unito.

Esempio d’eccellenza italiana è l’azienda Dieta Mediterranea s.r.l. che attraverso il Brand EticoSimply Med- i Prodotti della Dieta Mediterranea” porta sulla tavola  gli antichi sapori tradizionali garantendo la genuinità e qualità dei prodotti 100% di origine italiana. La Dieta Mediterranea diffonde uno stile alimentare Sano, nascosto nella cultura del cibo della nostra Terra.

Foto: google http://www.food-magazine.it/?p=3557