a cura di Alessandra Pellegrino

Sono tanti gli studi che dimostrano gli effetti positivi di una sana alimentazione sulla nostra salute, proprio per queste ragioni è importante acquisire delle buone abitudini alimentari fin da bambini.

La società oggi diventa sempre più attenta e cerca di trasmettere alle nuove generazione, ma anche agli adulti una formazione verso il mantenimento di uno stato di salute ottimale, il segreto sta nel condurre uno stile di vita equilibrato, mangiando in modo corretto e praticando anche dello sport.  Queste semplici regole devono essere imparate e trasmesse dai genitori ai propri figli, in Italia come anche in altri Stati si mostra un’alta percentuale di obesità infantile che rischia di diventare un problema serio in età adulta.

L’OBESITA’: ALIMENTAZIONE E SPORT

Secondo i dati raccolti dall’Istat nel 2010, sono circa quattro su dieci tra i sei e i nove anni i bambini obesio in sovrappeso in Italia, negli Usa la situazione è ancora più preoccupante sono, infatti, circa 17% dei bambini ad essere obesi. Alcuni studi condotti hanno evidenziato come l’allattamento con il latte materno riduca l’insorgere di obesità 16- 28% in età scolastica rispetto a quella con latti artificiali. Il sovrappeso porta a diverse problematiche tra cui l’insorgere di malattie cardiache, diabete e disagi psicologici. A una famiglia scozzese a causa dell’obesità riscontrata nei loro figli, ne è stato tolto l’affidamento, questi bambini erano seguiti da circa due anni senza alcun miglioramento nel loro regime alimentare.

L’obesità è un problema legato sicuramente alle società industriali, dove molti confort come la televisione e computer hanno modificato le sane abitudini del movimento e del gioco all’aria aperta dei bambini. Dalla ricerca condotta da Ipsos per Save the Children e Kraft Foods Italia su 700 giovani tra i seie i diciassette anni e i loro genitori, si è evidenziato che quasi un quinto non pratica sport con assiduità. Nei dati raccolti si mostra inoltre che la maggior parte del tempo libero è passato prevalentemente a casa propria o di amici (59%). Il 9% dei giovani dichiara di non fare movimento neanche a scuola.

Nelle scuole si cerca sempre più di diffondere la cultura del cibo sano tanto che da qualche tempo sono attive numerose iniziative e progetti che promuovono un’educazione alimentare e incitano il consumo di frutta e verdura, alimenti sani e tipici della cultura italiana che devono necessariamente non mancare nella nostra alimentazione.

In Italia è nato nel 2007 promosso dal Ministero della Salute il sistema di sorveglianza “Okkio alla Salute”, un sistema di raccolta dati delle abitudini alimentari e sportive dei bambini delle scuole primarie coordinate dall’Istituto Superiore di Sanità.

LA DIETA MEDITERRANEA: UNA SCELTA ETICA

Proprio per l’importanza dell’alimentazione per la nostra salute, in Italia, nasce la Dieta Mediterranea s.r.l, un’azienda formata da persone che tengono a promuovere e spingere verso l’acquisizione di abitudini alimentari corrette nelle nuove generazioni.

Il Cibo Sano, la Cultura del buon vivere e la salute sono alcuni dei messaggi che vuole trasmettere questo incredibile progetto, che attraverso il Brand Etico Simply Med – i Prodotti della Dieta Mediterranea” porta in tavola alimenti selezionati e italiani, provenienti dalla nostra tradizione culturale e portati a noi da aziende contadine controllate. Questo assicura la qualità dei prodotti, riportando nella nostra alimentazione i sapori di un tempo e della cucina dei nostri nonni.

 Foto: google mamma.pourfemme.it