a cura di Alessandra Pellegrino

“L’uomo è ciò che mangia” sosteneva il filosofo Feuerbach e sicuramente aveva ragione, infatti, il cibo è un elemento importante per la salute, proprio per questo dobbiamo prestare attenzione nel momento nel quale acquistiamo un alimento, avendo cura di controllare l’etichetta per conoscere meglio il nostro prodotto.

Secondo un’indagine nazionale condotta sui consumi alimentari in Italia (INRAN-SCAI 2005-06)si è stimato che circa il 43 % di persone leggono le informazioni sulle etichette, soffermandosi soprattutto sulla data di scadenza. Il primato di questo valore spetta alle donne che sono più attente ai prodotti che acquistano.

LA NORMATIVA

Le etichette alimentari seguono degli standard strutturali, in Italia, la normativa fa riferimento a quella Europea 2000/13 in cui sono stabilite delle regole riguardo all’architettura, la presentazione e la pubblicità dei prodotti alimentari. Questa normativa è stata accolta con il decreto n. 181 del 23 giugno del 2003.

Su alcune confezioni alimentari spiccano inoltre dei “claims nutrizionali” questi non sono altro che indizioni supplementari sull’alimento che richiamano l’attenzione del consumatore (es. basso contenuto di grassi o senza zuccheri aggiunti), questi per essere conformi alla legge non devono essere ingannevoli, poco chiari o incoraggiare a un uso eccessivo dell’alimento; devono invece dimostrare che la quantità nutritiva abbia proprietà salutari riconosciute scientificamente e che siano presenti in quantità significative nel prodotto.

LE INFORMAZIONI DELL’ETICHETTA

Nell’etichetta di prodotto devono essere riportate le seguenti informazioni: la denominazione di vendita, la quantità, la data di scadenza, la modalità di conservazione, quella di utilizzo (se necessaria), lotto di appartenenza, luogo d’origine, il marchio e la sede, quantità alcolica contenuta (per le bevande), elenco degli ingredienti (riportati in ordine di quantità decrescente).Sull’etichetta possono essere riportate anche informazioni riguardanti la nutrizione e marchi di qualità del prodotto. L’etichettatura nutrizionale è quella parte in cui sono riportate informazioni riguardanti i valori energetici e nutrienti del cibo. Pur essendo un’informazione facoltativa, i componenti nutrizionali diventano invece obbligatori nel momento in cui in un “claims” si fa riferimento a una particolare caratteristica alimentare del prodotto.L’etichettatura nutrizionale fornisce i valori con riferimento a 100 grammi di prodotto se solito e 100 millilitri se liquido. Le informazioni sulle vitamine e sui Sali minerali possono essere indicate in percentuale alla RDA (dose raccomandata giornaliera) o anche tramite grafico. Queste informazioni percentuali sono indicative, poiché la dose giornaliera varia da individuo a individuo, in base all’età, al sesso e allo stile di vita.

LA SCELTA DEL PRODOTTO

Per queste ragioni quando scegliamo un prodotto, non dobbiamo affidarci alla sola confezione e alla pubblicità, perché l’importante non è l’estetica, ma il contenuto e soprattutto la qualità dell’alimento che consumeremo.

Il Brand Etico Simply Med- i Prodotti della Dieta Mediterranea” grazie alla qualità dei suoi prodotti provenienti da Aziende Contadine Italiane, garantisce il sapore di un tempo e soprattutto i componenti nutritivi naturali dell’alimento. La genuinità che ci offre l’Azienda Dieta Mediterranea s.r.l. s’impegna a diffondere la Sana cultura alimentare nel nostro Paese.  L’Italia, infatti, ha una tradizione alimentare storica, invidiata e imitata da altri paesi, proprio per queste ragioni è importante riportare in tavola alimenti che richiamino la nostra storia nazionale e che seguano i processi naturali seguiti dai nostri nonni nella lavorazione del prodotto.

Foto: google www.missionecucina.it