a cura di La Dieta Mediterranea.EU/

Dieta Mediterranea – Futuro Alimentare” Cuore di una economia più grande della Tavola, il titolo della Conferenza-Evento incentrata sul “Significato Economico della Dieta Mediterranea per il Commercio, l’Industria, l’Artigianato e l’Agricoltura” prende vita nella prestigiosa Villa Rendano a Cosenza alla presenza del Presidente della Camera di Commercio di Cosenza Giuseppe Gaglioti, degli Assessori regionali all’Agricoltura e alle Attività Produttive Michele Trematerra e Demetrio Arena, del Presidente della Fondazione “Paolo di Tarso” – ideatrice del Progetto Luana Gallo, della Coordinatrice Nazionale del Movimento per la Dieta Mediterranea, il Cibo Sano e la Salute Anna Maria De Rose, al Responsabile Area Qualità del Consorzio per l’Innovazione Tecnologica Antonio Romeo, al Responsabile della Fondazione “Attilio ed Elena Giuliani” Walter Pellegrini, al Responsabile dei Rapporti con le Istituzioni della “Paolo di Tarso” Fabio Gallo.  Alle Istituzioni già previste in calendario, si sono aggiunte oggi il Vicepresidente Nazionale dell’Ente di Certificazione del Biologico “Suolo e Salute” Ferruccio D’Angelo, una rappresentanza del mondo Accademico proveniente dall’UNICAL (Università della Calabria), interessati ai temi della Conferenza, il Vicesindaco con delega alla Cultura della Città di Castrolibero Angelo Gangi, Salvatore Pignata dell’Associazione SS. Pietro e Paolo. L’Evento è patrocinato dal Gruppo Editoriale di Rete ComunicareITALIA per la promozione del Brand Italia e del Made in Italy, le cui testate giornalistiche telematiche sono note la linea editoriale “positiva” indispensabile, in questo momento, per la promozione del Valore Italia a beneficio del mondo del Lavoro.

LA CAMERA DI COMMERCIO DI COSENZA
Il progetto sostenuto dalla Camera di Commercio di Cosenza è stato proposto dalla Fondazione “Paolo di Tarso” – capofila nell’organizzazione dell’Expo Mondiale della Dieta Mediterranea 2016 e, per le sue alte finalità etiche che guardano anche al Diritto dell’Uomo all’accesso al Cibo Sano e al coinvolgimento dei Giovani che intendono investire nel Sud, si svolge con l’Adesione del Presidente della Repubblica Italiana.
La Conferenza, attraverso una relazione storico-economica dettagliata a cura del prof. Fausto Cantarelli, legittima il Mezzogiorno d’Italia, a partire dal territorio della provincia di Cosenza, a proporsi, come storia vuole, Terra Fertile e patria del cibo salutistico della Dieta Mediterranea. Un dono ricevuto dalle Regioni del mediterraneo sedimentato nei secoli nelle cinque terre del sud che oggi sono scrigno delle usanze dei luoghi da cui nasce la civiltà.
Per la prima volta, dunque, si affrontano i temi della Dieta Mediterranea perché essi diventino analisi economica per un migliore futuro delle Aziende che investiranno nella produzione di “Cibo Sano” e delle Nazioni che investiranno in questa direzione. Un colpo d’ala, la scelta della Fondazione “Paolo di Tarso” che prendendo per buono tutto quanto è stato detto sino ad oggi sulle sue proprietà salutistiche, identifica la Dieta Mediterranea non solo come un Patrimonio Culturale “Immateriale” – come definito dall’UNESCO, bensì come un Patrimonio ben identificabile di Alimenti e Prodotti che rappresentano, in modo chiaro, la Dieta Mediterranea in Tavola, dunque la concreta attivazione di un processo economico di tipo salutistico. In poche parole con l’Idea della Fondazione “Paolo di Tarso” nasce il mercato del Cibo Sano, del Benessere a tavola che chiude per sempre la porta ai cibi spazzatura che hanno inginocchiato l’economia italiana negli ultimi anni e vessato la salute delle famiglie.

IL SUD ITALIA SI CANDIDA TERRA ELETTA DELLA DIETA MEDITERRANEA
Una candidatura forte e motivata, dunque, per una nuova visione economica del futuro alimentare del Sud dell’Italia, anche in previsione dell’Expo Mondiale di Milano 2015, cui seguirà la Prima Esposizione Mondiale della Dieta Mediterranea 2016 ove la Calabria, insieme a Puglia, Sicilia, Campania e Basilicata, potranno dimostrare, tra le Nazioni, che merita una importante fetta del mercato salutistico del futuro, al quale può guardare investendo sulla qualità.
La Relazione dell’Economista Agroalimentare Fausto Cantarelli sul tema “Occidente e Dieta Mediterranea” è illuminante e svela quanto il Mediterraneo abbia contribuito nei secoli a modellare quel rapporto uomo – natura che nel tempo ha depositato nelle cinque terre del Mezzogiorno d’Italia quel contributo di esperienze che intrecciatesi per secoli, costituiscono oggi il portato culturale che lo scienziato Americano ha scoperto essere lo stile di vita salutistico che può contribuire, e anche molto, a migliorare la qualità della vita dell’Essere umano.

POLITICA, ISTITUZIONE CAMERALE ED ENTI NO PROFIT, INSIEME
Al Presidente della Camera di Commercio di Cosenza Giuseppe Gaglioti va il merito di avere detto un istintivo “SI” alla proposta della Fondazione “Paolo di Tarso” di volere dare un taglio economico al progetto la cui mission è quella di favorire una riappropriazione sempre più responsabile delle origini della Dieta Mediterranea e del suo migliore utilizzo ai fini dell’economia del Mezzogiorno d’Italia. L’adesione all’Evento di Michele Trematerra Assessore regionale all’Agricoltura e di Demetrio Arena, Assessore Regionale alle Attività Produttive, offre alla Regione Calabria l’opportunità di un rilancio esclusivo con il posizionamento della produttività del territorio regionale all’interno del futuro Expo Mondiale della Dieta Mediterranea 2016 che si presenta già come “porta stretta”, aperta solo ed esclusivamente alla qualità, del futuro alimentare delle Nazioni.
Tra le Istituzioni protagoniste dell’Evento Luana Gallo Presidente della Fondazione “Paolo di Tarso”, Antonio Romeo Responsabile Area Qualità DINTEC, (Consorzio per l’Innovazione Tecnologica), Anna Maria De Rose Coordinatrice Nazionale del Movimento per la Dieta Mediterranea, il Cibo sano e la Salute il cui intervento sarà preceduto da una breve introduzione a cura del Gruppo Giovani dello stesso Movimento che in poche settimane, nella Città di Cosenza, ha aggregato centinaia di famiglie. Gli onori di casa, nella prestigiosa Villa Rendano, casa del noto musicista, Walter Pellegrini per la Fondazione Attilio ed Elena Giuliani proprietaria della sede che ricorda un passato per davvero prestigioso della cultura del Mezzogiorno d’Italia, che ospita l’evento e si propone di sostenere il cammino della Green Economy di cui la Dieta Mediterranea è il cuore.

DIETA MEDITERRANEA AWARDS
Il progetto Dieta Mediterranea – Futuro Alimentare” Cuore di una economia più grande della Tavola ha istituito il Dieta Mediterranea AWARD, il riconoscimento dedicato alle Idee, alle Imprese, a Donne e Uomini di Cultura che hanno valorizzato storia, tradizioni e prodotti della Dieta Mediterranea. Il riconoscimento è l’espressione dell’Accademia della Dieta Mediterranea di Cosenzae del Movimento per la Dieta Mediterranea, il Cibo Sano e la Salute e dunque rappresenta l’espressione di una fetta di Società Civile che sta facendo molto per responsabilizzare i giovani e le famiglie ad essere sostenitori di una economia salutare.
Tutti gli insigniti del Dieta Mediterranea AWARD costituiscono una “mappa” della qualità che la Fondazione “Paolo di Tarso” con le testate Giornalistiche del suo Gruppo Editoriale ComunicareITALIA diffonderà al fine di fornire agli utenti della Rete dei punti di riferimento stabili ove reperire Alimenti e prodotti della Dieta Mediterranea nel Mezzogiorno d’Italia.

GLI INSIGNITI DEI “DIETA MEDITERRANEA AWARDS” 2013

Fausto Cantarelli – Professore di Economia Agroalimentare; Medaglia del Presidente della Repubblica, Fondatore e Presidente dell’Accademia Alimentare Italiana, Accademico dell’Académie d’Agriculture de France, Fondatore e primo Presidente della Società Italiana Agro – Alimentare, Fondatore e direttore della Rivista scientifica di Economia Agro – Alimentare. Luminare nelle ricerche legate alla Dieta Mediterranea e al futuro del mondo AlimentarePer avere dato il suo grande contributo di’Economista Agroalimentare alla Dieta Mediterranea, per averla valorizzata quale Patrimonio del Mezzogiorno dell’Italia, per averci offerto la possibilità di comprenderne quel  Valore che oggi le Nazioni riconoscono Patrimonio Immateriale dell’Umanità, viatico per una Nuova Economia delle Terre del Sud Italia.

Terre di Cosenza D.O.P. (Denominazione d’Origine Protetta) – A Terre di Cosenza che grazie al meticoloso lavoro svolto per il riconoscimento della D.O.P., ha consentito al territorio della provincia di Cosenza la riappropriazione responsabile dell’antica tradizione grazie alla quale oggi possiamo dire che i suoi “vitigni autoctoni” sono sempre stati, nei secoli, la bevanda della Dieta Mediterranea. La nostra riconoscenza giunga parimenti alla Camera di Commercio di Cosenza che si è adoperata con incisività per la valorizzazione di questo  Grande Patrimonio Culturale.

Frantoio Stella – Cropalati (CS) – “il Frantoio che per primo, da Cropalati, “Terra degli ultracentenari” , ha investito nella Dieta Mediterranea aderendo alla Master Brand Etica Simply Med , facendo si che l’Olio Extra Vergine di Oliva della provincia di Cosenza, si identificasse quale  Alimento Principe per la Tavola della Dieta Mediterranea”

Rita Fiordalisi - Direttore Coordinatore presso Beni Culturali: Mibac – Biblioteca Nazionale di Cosenza – “Per avere contribuito al recupero della memoria  delle antiche tradizioni della cucina della Dieta Mediterranea  attraverso la pubblicazione del libro “Dieta Mediterranea: Cucina di Casa nostra”, grazie al quale promuove virtù e qualità della cucina cosentina da esportare nel mondo.

Dieta Mediterranea S.R.L.: “Per aver dato vita a Cosenza alla prima Azienda Italiana esclusivamente dedicata alla promozione della Dieta Mediterranea e alla commercializzazione dei suoi Alimenti anche attraverso l’innovativo Marketplace “Dieta Mediterranea in Tavola. Per avere aggregato Aziende Agricole del Mezzogiorno d’Italia, a partire dalla Calabria, all’interno della Master Brand Etica “Simply Med – i Prodotti della Dieta Mediterranea”, depositata presso la Camera di Commercio di Cosenza”.

Adriana Gallo – Nutrizionista, “Per avere promosso nelle Scuole della provincia di Cosenza  laboratori formativi attraverso i quali i bambini apprendono l’importanza  della corretta alimentazione della Dieta Mediterranea, insegnando loro a coltivare, raccogliere e cucinarne i prodotti  in modo creativo e divertente”.

A.PRO.ZOO - Società Cooperativa Produttori Zootecnici, per avere costituito nell’Altopiano della Sila e nel Parco del Pollino,  tra le Fertili Terre considerate Patria della Dieta Mediterranea una Filiera che garantisce al Consumatore prodotti di sicura provenienza, alta qualità e salubrità.

Fattoria Biò – DI SALVATORE GRILLO - per la produzione di prodotti lattiero-caseari, presidio di un territorio, l’Altopiano della Sila, considerato un Atollo di Biodiversità, sentinella delle condizioni indispensabili per la produzione di  Alimenti della Dieta Mediterranea da Agricoltura Biologica, filosofia di vita e Modello di sviluppo rurale sano, ecologico, economico e sociale.

Natalino Gallo – ORTOFRUTTICOLA - quarta generazione di Coltivatori di Agrumi nella provincia di Cosenza, per avere saputo innovare un settore fondamentale per la  tavola salutistica della Dieta Mediterranea.

I PREMI MARCHIO DI QUALITA’ OSPITALITA’ ITALIANA
Sempre nel corso della Conferenza la Camera di Commercio premierà le Aziende meritevoli del “Marchio di Qualità Ospitalità Italiana – Ospitalità della Calabria”.

L’ABBECEDARIO DELLA DIETA MEDITERRANEA
Nella cartella stampa sarà distribuito l’ABBECEDARIO di Storia della Dieta Mediterranea per una riappropriazione responsabile della sua origine e per il suo utilizzo ai fini dell’Economia del Mezzogiorno d’Italia a cura del Prof. Fausto Cantarelli. Presenzieranno Istituzioni Pubbliche e Privata tra cui numerose Associazioni e Fondazioni che operano nel mondo del Sociale.

L’ACCADEMIA DELLA DIETA MEDITERRANEA di Cosenza
Sarà presente l’Accademia della Dieta Mediterranea di Cosenza  già al lavoro per la costituzione di un gruppo di lavoro composto da giovani che saranno candidati tra gli organizzatori, per la Calabria, dell’Expo Mondiale della Dieta Mediterranea 2016. L’Accademia, inoltre, animerà la Conferenza, su incarico della Fondazione “Paolo di Tarso”, nel mondo “social” insieme al Movimento per la Dieta Mediterranea, il Cibo Sano e la Salute. Saranno proprio le Giovani Ambasciatrici del Movimento che insieme alla Coordinatrice Nazionale Anna Maria De Rose, presenteranno una vera novità costituita dall’unione di due startup (la Dieta Mediterranea srl con il Brand “Simply Med – i prodotti della Dieta Mediterranea” con sede a Cosenza ed Agire srl con il Brand “Evvivo” di Milano) che presentano il primo Panettone della vera tradizione milanese all’Olio Extra Vergine di Oliva “Simply Med” del Sud Italiaselezionato per la tavola della Dieta Mediterranea. Si tratta dell’unione di due progetti molto intelligenti che guardano entrambi alla salute della persona e delle famiglie,

portando in tavola la tradizione – in un solo delizioso dolce – di due grandi realtà del Made in Italy come lo sono le tradizioni alimentari del Sud e del Nord dell’Italia che si uniscono in questa iniziativa proprio per dimostrare che si può credere in un progetto che si chiami “ITALIA”.