Gruppo ComunicareITALIA/

In pochi credevano che ci sarebbero riusciti e invece oggi tutti li guardano con rispetto. Si tratta degli Operatori della Fondazione Culturale “Paolo di Tarso” che tre anni addietro hanno ideato e promosso un progetto olistico per lo sviluppo di nuove economie sostenibili nel Mezzogiorno d’Italia e nelle aree del Mediterraneo: la “BIENNALE della Dieta Mediterranea per i Diritti Umani al Cibo Sano e alla Pace” che ha una sua piattaforma in rete (www.biennaledietamediterranea.it) grazie alla quale, dal basso, si stanno aggregando Comuni, Gal, Università, Scuole e Nazioni, con la benedizione del Ministero della Salute che, evidentemente, ha sentito profumo di novità, e ha avuto ragione, eccome!
otranto, dieta mediterranea

Monumento in ricordo della strage e dell’eroicità degli Otrantini che innanzi all’invasore turco non hanno rinnegato la fede Cristiana

La BIENNALE non è e non vuole essere una della tante fiere disseminate sui territori ma un vero progetto di sviluppo organico dei territori che vi aderiscono, con tanto di adunanza delle Nazioni portatrici di comuni interessi. Il tutto, in un contesto di legalità e quasi del tutto affidato ai Giovani, alla Scuola e ai territori che eccellono per le buone prassi.

“Siamo finalmente giunti alla Costituente della BIENNALE – annuncia Fabio Gallo dei Rapporti Istituzionali della Fondazione. Insieme, dopo una serie di valutazioni, abbiamo pensato di riunirci prima della fine dell’anno nell’Auditorium della Basilica Santuario di San Francesco da Paola, uno dei beni Culturali più prestigiosi del Mezzogiorno d’Italia. San Francesco è il santo Patrono dei Naviganti – afferma Fabio Gallo – e non è solo il Santo Patrono della Calabria ma il Co-Patrono della Città di Otranto, nota nel mondo anche per il grande sacrificio degli Otrantini.
Otranto, dieta mediterranea

Il Castello Aragonese di Otranto

Proprio ad Otranto, in Via San Francesco di Paola n°1, nella Scuola Alberghiera, è nata la decisione di affrontare questa avventura per il migliore futuro dei Giovani e in un contesto culturale adeguato alla grande bellezza dell’Italia. In coerenza con questa visione desideriamo, nell’anno in cui si festeggia il VI Centenario dalla nascita di San Francesco, rispettare la nostra tradizione cristiana. Tanto più per il fatto che ciò è contestuale al Giubileo della Misericordia indetto da Papa Francesco. Otranto, inoltre, è un esempio di amministrazione pubblica virtuosa, concreta nelle risposte al territorio e in grado di unire il bene al meglio. Per noi è un onore poterci considerare otrantini di adozione come lo fu uno dei figli spirituali di San Francesco, Nicola Picardi, che dalla provincia di Cosenza, dalla Città di Paola, andò a combattere e a morire per difendere la Città di Otranto dall’invasione turca. Speriamo, quasta volta con il lavoro, di meritare il suo stesso buon ricordo nel cuore di tanti giovani”.

otranto, dieta mediterranea

Il Porto di Otranto

Fervono i preparativi, dunque, per la giornata di lavori dedicata alla Dieta Mediterranea e ai Diritti Umani al Cibo Sano e alla Pace. In questa sede saranno molte le sorprese.

biennale dieta mediterranea, otranto, puglia

Biennale della Dieta Mediterranea per i Diritti Umani al Cibo Sano e alla Pace

Intanto tre importanti novità: la prima è l’apertura della sede della Fondazione “Paolo di Tarso” presso la prestigiosa sede dell’Istituto Alberghiero di Otranto. Una decisione dovuta alla collaborazione con il Comune di Otranto (Primo Cittadino Luciano Cariddi), perla del Salento e del Turismo italiano. La sede è diretta dal Prof. Luigi Martano, già Dirigente dello stesso Istituto che ha fortemente voluto che l’operosità della Fondazione con i suoi strumenti avessero una sede nel cuore della Perla del Salento.

biennale dieta mediterranea, otranto, puglia

Biennale della Dieta Mediterranea per i Diritti Umani al Cibo Sano e alla Pace

La seconda novità riguarda l’Alta formazione: si apre la seconda edizione del Master in Green Economy, Dieta Mediterranea, Sostenibilità Ambientale e Alimentare presso l’UNICAL (Direttore Scientifico Prof.ssa Luana Gallo). La terza riguarda l’APP della Dieta Mediterranea “Mdiet” (www.mdietapp.it) già scaricata da decine di migliaia di utenti della rete. L’APP ha ricevuto i complimenti dalla Silcon Valley per essere prima in Italia nella categoria “Stile di Vita”.

dieta mediterranea, otranto, alberghiero, biennale

MDiet, l’APP della Dieta Mediterranea. Al suo interno anche le ricette della Dieta Mediterranea dell’Alberghiero di Otranto

Ma c’è di più: è l’unica Innovazione di settore ad essere stata presentata nell’esposizione universale di Milano 2015. Una volta per tutte possiamo dire, scaricando l’APP, di sapere cos’è la Dieta mediterranea, quali sono i suoi alimenti e come si porta in Tavola, anche grazie alle ricette dell’Alberghiero di Otranto e (incredibile ma vero) del prof. Alberto Fidanza, scienziato fratello di Flaminio Fidanza che hanno lavorato insieme ad Ancel Keys negli anni di ricerche che hanno portato a sintetizzare ilo modello di vita salutistico da loro individuato in due sole parole: Dieta Mediterranea, oggi patrimonio UNESCO.

Il fatto che tutto ciò sia partito dalla tessitura dei principi che ci porteranno alla BIENNALE, è meraviglioso e ci premia tutti. Complimenti a tutti!